Edenio Rosati
Edenio Rosati

Sono tornato a casa

Sono tornato a casa. Quanti anni sono passati? Dieci, forse di più. Non ricordo neanche quando lasciai per la prima volta il mio ambiente familiare.
Ci entrai per la prima volta molto tempo fa. Era il 1985, aveva un aspetto curioso, sembrava quasi un giocattolo, ma ci volevano cinque stipendi per averla. Io ero giovane ed inesperto (adesso sono sempre giovane, ma molto più inesperto), mi innamorai subito di quelle striscette colorate.
Fu una relazione travolgente, come tutti i grandi amori. Un bel giorno finì, come tutti i grandi amori, e scappai via per un pezzo di ferro senza alcun fascino.
Non ricordo neppure se pensavo di tornarci un giorno. Forse pensavo che i pezzi di ferro l'avrebbero spazzata via. Forse un po' ci speravo, mi sentivo quasi un traditore, un ingrato che rinnega chi ti ha allevato. Magari se fosse scomparsa tra i decimali delle quote di mercato avrei potuto dire con aria saccente: "ho fatto bene a scappar via".

Invece è sempre stata lì ad aspettarmi. Senza mostrare un filo di perfida rivincita mi ha di nuovo accolto come un figliol prodigo. Come se non fossi mai andato via. Non ha ammazzato nessun vitello grasso, nessuna festa, né fuochi d'artificio.
Per un paio di giorni ho fatto fatica ad abituarmi a quello che una volta pensavo fosse normale, anzi a quello che una volta predicavo fosse superiore. Sono di nuovo a casa da una settimana, e già mi sembra di non esser mai andato via.
Le cose sono cambiate, le differenze sono molto più sottili, quasi impalpabili, però ci sono. Impossibile raccontarle, sarebbe come se al catechismo provassero a spiegarti la religione con la calcolatrice.

Sono tornato a casa. Sulla mia scrivania c'è di nuovo un Mac.
Pubblicato il 28/06/11

I commenti:

Gianfranco, il 29/06/2011 alle 11:46, ha scritto:
Ti abbiamo lasciato anche un paio di fette di pane olio e pomodoro, così per riambientarti anche col palato... peccato che abbiano una decina d'anni anche loro ;-)
Un tuo cliente, il 29/06/2011 alle 12:38, ha scritto:
Porterai per sempre sulla coscienza centinaia di clienti che hai sedotto, convertito alla religione di Apple e che poi hai abbandonato al loro destino.

Lascia un tuo commento:

Nome:
eMail (opz.):
Commento:
Solo per assicurarci che con sei un computer. Risolvi questo: + =