Edenio Rosati
Edenio Rosati

Un trentenne in pensione

Bella vita, in pensione a trent'anni. A dire il vero è già in pensione da almeno 10 anni. Il 27 luglio 2011 Ms-Dos ha girato la boa dei trent'anni. Molti tra quelli che leggono queste righe non sanno neanche cosa sia. Beati loro.
Già perché come tutte le cose che non ci sono pi?, l'uomo tende naturalmente a dimenticare i difetti, i problemi, le incazzature ed a ricordare solo i lati positivi. Io però, i lati postivi dell'MS-Dos proprio non me li ricordo.
A beneficio dei ventenni di oggi, posso tranquillamente affermare che NON si stava meglio quando si stava peggio. Digitare

xcopy c:\cartella\*.* d:\nuovo\ /s /l /h

non era sicuramente meglio che trascinare la cartellina col mouse.



Nel 1981 non c'era ancora traccia di icone, tendine, bottoni, né tantomeno touch screen o altre diavolerie tecnologiche moderne che ci rendono la vita facile e consentono a milioni di persone, senza alcuna preparazione tecnica di informarsi, scrivere documenti, leggere posta, inviare foto agli amici o anche guardare video, solitamente documentari sulle abitudini di accoppiamento della specie umana.

Diffidate dai vecchi bacucchi come me che intonano osanna ed alleluia ai vecchi tempi, quando si mangiavano solo cose buone e genuine (e poi l'età media era 50 anni), quando si poteva giocare tutto il giorno per strada (così imparavi le tecniche di difesa personale, ma non prendevi neanche il diploma), quando non c'erano tutte queste macchine e questo traffico (e per andare a Campobasso ci mettevi un giorno intero).
Non erano bei tempi quando per copiare un file dovevi fare un corso di programmazione, non era l'età dell'oro quando una tesi di laurea occupava tutto un disco, pagato 10.000 lire in gioielleria.
Diffidate allora, una volta non era meglio di adesso, solo diverso.

Anzi no, adesso che ci penso, una cosa era migliore: la musica.

Magari anche l'arte, la politica, l'educazione civica, l'amicizia. E forse erano migliori anche la scuola, il lavoro e qualche altra decina di cose che ora mi sfuggono.
Maledetta vecchiaia con le sue nostalgie, ed io che pensavo di averla ormai superata!
Ammetterete però che con l'informatica andiamo meglio ora, o no?
Pubblicato il 27/07/11

I commenti:

Maranza, il 28/07/2011 alle 10:51, ha scritto:
ma uno che ci va a fare a Campobasso?
Edenio, il 28/07/2011 alle 11:00, ha scritto:
Hai ragione, ho usato Campobasso come posto mitologico, che appartiene all'immaginario collettivo, come il Molise del resto. Non intendevo certo affermare che Campobasso sia un posto reale.
Peppe N., il 01/08/2011 alle 22:51, ha scritto:
Il Molise è stato inventanto per nascondere le manovre militari e non degli USA negli ultimi anni. Basti pensare che il termine Molise potrebbe derivare dall'inglese "Mol isn't", il che proverebbe l'inesistenza della regione.
Marcello, il 10/03/2012 alle 23:58, ha scritto:
Allora, nel 1981, usavi uno spectrum sinclair ed io un casio identico ad una classica calcolatrice ma con una invidiabile chicca: una stampante ( larghezzan arta= 4 cm max) a carta termica incorporata............ Il massimo del divertimento programmandolo ( era Basic? ) : una pallina che rimbalzava sullo schermo poco piu' grande della solita e classica calcolatrice..... E comunque, per finire, xche' il blog e' tuo e non somigliare ad un tuo socio dopo due anni ancora non finivo di pagarlo.....notte

Lascia un tuo commento:

Nome:
eMail (opz.):
Commento:
Solo per assicurarci che con sei un computer. Risolvi questo: + =