Edenio Rosati
Edenio Rosati

Un'offerta imperdibile

E' sera, in ufficio. Ho ancora gli occhi sul monitor, ma a quell'ora guardo solo le figure. Il mio telefono si illumina col solito squillo di marimba e mi preannuncia che qualcuno in quel di Taranto vuol parlare con me.
Il prefisso 099 è un prefisso che si fa notare. Il numero che segue è così corto che può essere solo l'ILVA che mi chiede di realizzare il loro nuovo sito dal quale scaricare barre d'acciaio di una tonnellata. O forse è l'ASL di Taranto che mi vuole commissionare un innovativo sistema di gestione dei pazienti che introduca le prenotazioni per il pronto soccorso.
Oppure è un call center che vuol vendermi una vacanza sui fiordi con la Costa Depressa.

La terza che ho detto, ma non volevano vendermi una vacanza. Chiamavano per conto della mia banca che, non sapendo più come inventarsi incomprensibili commissioni sul mio estratto conto, ha deciso di buttarsi sul business delle assicurazioni.
La signorina dall'altra parte del filo è professionale e cortese e, senza tradire alcun accento, mi informa che la loro assicurazione sugli infortuni mi copre tutte le spese, da quelle ospedaliere per farmi guarire in fretta dai postumi di un frontale in autostrada a quelle legali per tartassare il pirata che mi falcerà sulle strisce. C'è anche una bella diaria che copre la mia assenza dal lavoro. Non ci sono controindicazioni. La signorina è sicura di sé, l'hanno istruita perfettamente. A nulla valgono le mie obiezioni, tra le quali un'assicurazione già stipulata da anni per i medesimi motivi (e che tra l'altro devo ricordarmi di andare a rinnovare perché scaduta a fine mese).

La signorina sente l'odore del sangue. E' un lupo famelico che insegue la sua preda che si trascina sempre più stanca nei boschi innevati. Dopo dieci minuti sono sfinito, mi guardo attorno ansimante alla disperata ricerca di un appiglio, un contrattempo, una maledetta caduta di linea come quelle che succedono solo quando sei fermo in autostrada, con una gomma a terra, con una macchina in prestito e non sai dov'è la ruota di scorta.
La signorina mi vede esanime e sferra il colpo di grazia: "Signor Rosati, i primi due mesi sono gratuiti, così potrà provare il servizio e, solo se sarà soddisfatto, potrà confermarlo."

Provare il servizio? Non ho mai provato un'iniezione di adrenalina dritta nel cuore. L'effetto però deve essere lo stesso. Riprendo vita in un lampo.
Ho deciso quindi che aderirò al servizio di prova. Ho bisogno però della collaborazione dei miei fedeli lettori. Qualcuno di voi dovrebbe cortesemente sferrarmi una bastonata sulle ginocchia, una sola, ma ben assestata.
Solo così potrò approfittare della diaria ospedaliera, del rimborso del noleggio della sedia a rotelle e dei costi dell'avvocato per il risarcimento per danni morali e materiali.
Fatevi avanti, non siate timidi. Ma sbrigatevi, ho solo due mesi di tempo. Se non la provo prima, non potrò confermare l'offerta. La povera signorina la prenderebbe a male.
Pubblicato il 03/03/12

I commenti:

bias, il 03/03/2012 alle 09:51, ha scritto:
... invece che sulle ginocchia e meglio sui coglioni: il risarcimento sarebbe più alto (forse)...
laura, il 03/03/2012 alle 11:03, ha scritto:
penso sia meglio non fare esperimenti, nel senso che ti auguro di godere di una gran buona salute. L'altra cosa che penso è che se la proposta fosse così buona non avrebbero bisogni di sfinirti per farti accettare....
francesco, il 03/03/2012 alle 11:36, ha scritto:
Parti dalla valutazine dell'importanza che ha per te il pagamento del premio nell'attuale erispetto all e potenzialità di guadagno. Tieni conto che al rpimo minimo incidente fisico (un bacio violentemente passionale, ad esempio) l'assicurazione provvderà a disdire il contratto, come + successo ame cpon l'assicuraizone per danni del padrone di casa. Tieni altresì conto che il calcolo delle probabilità gioca dele tutto a favore dell'assicurazione e, in caso di morte (non ti rovinare le tasche dei pantaloni con scongiuri di ogni tipo) il rrimborso spese del funerale deve corrispondere alemno a quanto hai versato in favore dell'assicurazione per le innumerevoli decine e decine di anni che ancora romperai le scatole ai tuoi. SWono cosse ch esai meglio di me e potevo anche fare ameno di scriverle.PS. Non ti sico per l'asicurazione contro i furti in casa! Una grande presa per i fondelli, saempre che si tratti di polizza per comuni mortali come me. Buona domenica.
Ref, il 03/03/2012 alle 15:25, ha scritto:
Non preoccuparti Edé ci penso io... So come si fa....
Edenio, il 03/03/2012 alle 19:08, ha scritto:
Calma, calma. La telefonata è vera, così come la "prova gratuita". Ma io non ho accettato. Mica mi faccio fregare così facilmente! Ci vuole be altro! Almeno tre mesi di prova gratuita. :)
Gianni, il 05/03/2012 alle 09:11, ha scritto:
Sono rimasti solo un mese e 28gg., ti aiuto con il testing... ;-)
Aldo da Roma, il 10/11/2014 alle 13:41, ha scritto:
Ricordatevi sempre il mio motto: banche e assicurazioni emeriti ladroni.

Lascia un tuo commento:

Nome:
eMail (opz.):
Commento:
Solo per assicurarci che con sei un computer. Risolvi questo: + =