Edenio Rosati
Edenio Rosati

Generazione 1000 euro

Interrompiamo un lungo silenzio estivo con una notizia che è passata stranamente sotto silenzio. O forse non l'ho notata io, magari ero troppo preso a divorare i resoconti delle ultime imprese amorose di Corona, Balotelli o Vittorio Sgarbi.

La notizia è succosa. Il governo Monti ha varato un documento di 36 pagine, pieno zeppo di disposizioni che cambieranno presto il nostro modo di vivere, rivolteranno l'Italia come un calzino bucato, innesteranno finalmente quella marcia che ci tirerà fuori dal guado (o dal guano, se preferite).
Sono 50 articoli. Prendono di mira la sanità, l'innovazione, le infrastrutture e le politiche di dissuasione della pratica delle dita nel naso. E' un vero e proprio manifesto della nuova Italia.

Sono norme che dovranno semplificarci la vita, purtroppo però sono state scritte in sanscrito da un notabile del 2.000 AC, catapultato qui da una macchina del tempo difettosa. I miei studi classici mi hanno però permesso di interpretare qualche frammento che riguarda le agevolazioni alle imprese che vogliano cimentarsi nel commercio elettronico. E' un argomento che potrebbe interessare i nostri potenziali clienti, perciò mi sono munito di dizionario Geroglifico-Runico-Sanscrito-Latino-Italiano e sono riuscito a tradurre il seguente paragrafo:

Art. 39
Agevolazioni alle micro e piccole imprese

1. E' concesso per l'anno 2013 un contributo di mille euro alle micro e piccole imprese, definite dalla raccomandazione n. 2003/361/CE della Commissione del 6 Maggio 2003, al fine di favorire il primo accesso ad attività di commercio.

Sì, avete capito bene. Mille euro, non è chiaro se di tratta di dieci pezzi da 100 o venti da 50, o se invece verrà utilizzato un futuristico bonifico.

Lo so, siamo in crisi, la melma è arrivata ai sopraccigli, l'euro fatica, i conti dello Stato traballano ed io non mi sento tanto bene. E' fin troppo facile ironizzare, però un contributo di mille euro mi sembra, per così dire, sottodimensionato. Sarei tentato di usare il termine 'elemosina'.
Dubito molto fortemente che quel contributo possa convincere qualcuno a buttarsi in un avventura imprenditoriale nell'eCommerce. Ma forse mi sbaglio. Non sarebbe la prima volta.

Vorrei fidarmi della buona fede dei nostri esimi professori che stanno combattendo un'impari battaglia per la salvezza del nostro paese. Quello che mi inquieta un po' è quel pezzo di legalese che segue "micro e piccole medie imprese". Quegli oscuri riferimenti, fatti per spaventare i poveri ignoranti come me e per impressionare i professori ad un esame di diritto, rimandano ad una 'norma' della Comunità che definisce il significato di 'piccola impresa'.
Ho googlato ed ho trovato.

Una piccola impresa è definita come un'impresa il cui organico sia inferiore a 50 persone e il cui fatturato o il totale del bilancio annuale non superi 10 milioni di euro.
Se fai 11 milioni di fatturato, niente contributo di mille euro!

Che fortuna avere dei governanti così attenti e devoti alla causa delle piccole imprese. Con una mossa incredibilmente astuta hanno impedito alle voraci multinazionali da 100 milioni di fatturato annuo di approfittare dei mille euro di contributo. Già le vedevo, orde di manager assetati di sangue pronti ad affondare i canini nelle carni morbide del contributo, con il truffaldino intento di lenire le pene di un bilancio annuale un po' anemico.
Suvvia, lasciamo alle grandi banche la magra consolazione di ciambelle di salvataggio da milioni di euro, releghiamo alle grandi imprese i piani di salvataggio milionari. Lasciamo questa florida occasione ai più piccoli e diseredati.
Un vero e proprio colpo di genio, questi mille euro daranno un'occasione ai giovani e nuova linfa alla piccola imprenditoria italiana, da sempre spina dorsale dell'economia del nostro paese.


Evidentemente è vero, questa è proprio la 'generazione 1000 euro'

 

Pubblicato il 10/09/12

I commenti:

Roberto, il 10/09/2012 alle 14:26, ha scritto:
Beh, sì, condivido al 90%. Secondo me l'intenzione era solo di dare una piccola spinta a già chi aveva una mezza o intera idea di mettere su un'impresa. Un'impresa aperta è qualche disoccupato in meno, magari per un paio d'anni... Il problema vero è la competitività. Se ci fregano tutti, dalla Cina alla Romania, noi tra qualche mese, non anni, andremo tutti per cicoria. L'aver buttato via il grande barzellettiere con tutta la sua corte di iscritti alla P2 (e non solo) è già qualcosa. Infatti mi sembra che siamo a una svolta. Potremmo già da subito cominciare ad andare meglio...
Edenio, il 10/09/2012 alle 15:16, ha scritto:
Ciao Roberto, se è per questo io sono d'accordo con me stesso, al massimo, al 70%. A forza di spinte e spintarelle, che servono solo a tenere in vita imprese incapaci di stare sul mercato, ci siamo disabituati alla concorrenza vera. Ma proprio per questo, quei mille euro mi sembrano senza senso.
francesco, il 10/09/2012 alle 15:37, ha scritto:
non se ne può più. ci credono imbecilli.
Gianni, il 10/09/2012 alle 15:58, ha scritto:
Hai ragione, aggiungerei: purtroppo la "generazione 1000 euro" è figlia di "degenerati" da 100.000 euro l'anno o forse più...
Gianfranco, il 10/09/2012 alle 19:57, ha scritto:
Scusa, sono amministratore di una piccola impresa mi faresti un preventivo per entrare nel "magico" e promettente mondo del commercio elettronico? Diciamo una cosa così, per iniziare, senza eccessive pretese... da mille euro. Scusa mi senti?? Perché non rispondi ... avranno riattaccato...??!!! Questi consulenti mai contenti :-O

Lascia un tuo commento:

Nome:
eMail (opz.):
Commento:
Solo per assicurarci che con sei un computer. Risolvi questo: + =